Magazine

Da pochi giorni è uscita la notizia su tutti i media italiani, dalle testate nazionali a quelle regionali, dello scandalo legato alla FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva), di base il concetto è molto semplice, molte gare erano pilotate ed alcuni dei responsabili indicavano ai giudici chi dovevano far vincere e chi no. Certo la cosa non è stranissima siamo in Italia dove vige la legge del “salamello” citazione di un mio vecchio amico ballerino, qui per ottenere qualcosa devi corrompere dall’uscire fino al capo tutti quanti perché è un sistema che abbiamo creato noi e che dalla politica a quasi qualsiasi altra cosa funziona così, ma nella danza? Anche nella danza! La danza è arte, amore, passione chi balla lo fa’ perché ama estremamente fare quello e non perché pensi a qualcos’altro! Ma la spiegazione è semplice parliamo di gare con circa 20.000 partecipanti i quali pagano in media 15€ a persona per parteciparvi, non è molto difficile capire il business che oggi gira nella danza, giri di soldi che toccano le alte dirigenze delle federazioni o degli EPS i quali a malincuore decidono di buttare del marcio in qualcosa di puro e trasparente come la danza solo per portarsi a casa qualche euro in più.

flavacampclass.jpeg

Si parla di gare di vario genere ma per lo più un tempo la FIDS toccava solo esclusivamente le danze sportive, ma è giusto che se ne parli anche in un magazine come questo di Flava, si noi ci occupiamo solo esclusivamente di Danze Urbane (in piccolo la FIDS tocca anche il nostro settore ma veramente in piccola parte) ma che sia Urban, che sia Ballet, che sia Contemporary o qualsivoglia altra disciplina, il concetto è uno, chi balla lo fa’ con il
cuore e nessuno si deve permettere di infrangere le passioni di giovani ballerini, viviamo in una nazione dove in quasi tutti i settori la meritocrazia non va’ avanti ma passa il più furbo, bene ci siamo stancati. Non è mia intenzione fare di tutta l’erba un fascio sono sicuro che dentro la FIDS ci sia tanta gente per bene professionisti che amano il loro lavoro e che continuano a rimanere in questo fantastico mondo solo perché amano la danza i quali sicuramente rialzeranno la federazione ai livelli di un tempo, a mio modesto parere il segreto è solo uno, ricordate i sacrifici fatti per raggiungere determinati obiettivi e siate onesti con voi stessi e con gli altri! Non infrangiamo i sogni di tanti giovani ballerini.

flavaschool banner.jpeg

Bienvenidos queridos seguidores de nuestro Flava Magazine, 

Hoy es Anna Yang que os escribe abriendo una nueva rubrica al femenino, 

en la búsqueda de otras reinas de la Urban Culture de España.

Primera guerrera entrevistada es Lemon AKA Lady Berserk, una de los OG del Krump de España, así que cuidados que empezamos fuerte! 

Hablamos del 2004 cuando en Barcelona un grupo de jóvenes apasionados de Krump fundaron la Krump of Barna, donde, en el principio, los chicos bailaban Krump y las chicas choreo. Con el tiempo juntándose a los Flowers Power, primera crew de Krump, se convirtió en la crew OG de la ciudad, <<El Krump era mi vida aunque no lo bailara pero porque mis amigos, mi crew por aquel entonces, era parte de mi vida. El Krump es un lifestyle! >>, nos explica Lemon.

Personalmente he tenido la oportunidad de ver bailar los krumpers en batalla y las emociones que me regalan, son siempre increíbles, cada vez estoy entre el miedo y el divertido, mi cara es como, ojos abiertos y sonrisa mientras el sudor de la ansiedad de cómo se lanzan al púbico, o a quien encuentran adelante, se mezcla a el interés, como bailarina, de como la elegancia de la técnica y la precisión del uso de la fuerza, con cualquier estilo musical, viene llevada a una fuerza más extrema cuando el grupo de amigos, que a veces llega a más de 10 personas, desde atrás, grita y empuja el bailarín a sacarlo todo. La hermandad que veo en el Krump, no la veo mucho en otros estilos, así que si, los krumpers de Barcelona son una verdadera locura, y más cuando los conoces un poquito y ves la humildad, el relax y la delicadeza que tienen como personas te hacen pensar que el Krump es casi mejor que el Yoga.

flavacampclass.jpeg

El Krump, pero, si no lo conoces, parece aparentemente un estilo machista así que he preguntado a Lady Berserk como ha sido ser una mujer Krumper y si ha tenido problemas con los hombres en su carrera artística y la respuesta ha sido: << he tenido más problemas con chicas que con chicos en el mundo de la danza!>> así que podemos desmentir este prejuicio y invito la gente a ver una batalla de Krump, por ejemplo el WAR IN PARADISE (7-8 de Marzo 2020) organizado por VIKINGZ MOVEMENT, su familia y nuevo nombre de la crew que ha hecho historia.

Continuando con las preguntas a nivel personal sobre su pensamiento por el desarrollo de esta cultura, Lady Berserk nos da una lección de vida, << Intento difundir el movimiento del Krump, ya que considero que es capaz de cambiar una vida, por eso seguimos entrenando en las calles, nunca sabes a quien puedes ayudar. Gente que quizás no tiene nada que ver con el baile o con el arte y cuando su vida cambia, es un crecimiento brutal personal y colectivo.  Cada vez más gente se anima a compartir este amor, dejando el odio a un lado, utilizando la danza como medio y no como fin! >> .

Mi rúbrica llega a su fin y quiero cerrarla con un consejo de esta gran mujer para el futuro, mientras yo os mando un beso y un agradecimiento por estar interesados en descubrir algo más sobre nuestra escena.

<<Apoyad a la gente, incluir nunca excluir, empatía, perseverancia y paciencia. Ser transparente con los compañeros y no hablar a las espaldas. Se destruyen crews y amistades y como dije si para ti es un lifestyle no es por la danza, es por las personas, cuídalas!>> 

Lemon The Lady Berserk

flavaschool banner.jpeg

Se se se se se allora qui continuiamo ad essere ON LINE !!! Salve a tutti i Giuvinotti , belli sani e forti , mo vi cuntu ma nun ma cantu di si 4 botti. Oggi lo Zio Telebanksy vi porta a Crotone , città di origine greca ,che affaccia sullo jonio , dove troviamo i Fratelli Manfredi OSVALDO e DANIELE. Osvaldo in arte Bboy Manf ha dato il suo contributo alla scena Calabrese con il Funk Summer Battle (spero ritorni on line perl'estate 2020).Ho 2 bellissimi ricordi di questo evento , un after hours di un certo livello in spiaggia dopo il contest e la vittoria del 1vs1 open! Sempre partecipi a tutti gli eventi organizzati in Calabria e sempre pronti a condividere allenamenti e serate. Ecco cosa ci racconta Bboy Manf Osvaldo Manfredi nato a Crotone 11 marzo 1983. Mi sono avvicinato al mondo della breakdance nel lontano 1998 da autodidatta, insieme a 4/5 amici Niccolo Squitti , Antonio Pupa , Cusato Francesco , Daniele Milone , Ugo Pugliese i fratelli Vrenno , i cugini Menzano, Antonio Barcellona di Rossano con il quale i primi anni ho condiviso veramente la passione per l'hip hop a 360 gradi , e tanti altri. Eravamo un bel gruppetto. Ci vedevamo alla villetta dietro al tribunale quasi tutti i pomeriggi e senza avere nessuna concezione di quello che stavamo facendo. Provavamo a ballare ed a copiare quei passi che vedevamo in quella unica casetta VHS allora in nostro possesso, il boty international 1998, vista e rivista talmente tante volte che si erano quasi cancellate le immagini. Anche se all'apparenza nella zona eravamo solo noi gli unici a ballare piano piano qualcuno usci fuori. Sempre nel 98' conobbi Omar e kice non solo due writer fortissimi ma conoscevano anche le basi della breakdance, e furono loro per la prima volta a farci vedere dal vivo passi come il windmill oppure il nineteen, i primi footwork. Ricordo come se fosse ieri, l'emozione che provai quando Omar “sparò” due giri di nineteen davanti ai nostri occhi nel magazzino di Ugo, giuro sembravano mille. Tra il 1999 e il 2000 , iniziavamo a conoscere anche altri bboy in Calabria come Alfio e Binladen di catanzaro , Felix e Alberto di Reggio Calabria, Francesco De Luca Telemare di San Lucido, e in particolare Luca di Cosenza e Stefano di Castrovillari che facevano parte della famosissima Minamò e con i quali ho iniziato a fare i primi contest. Tutti ragazzi con i quali tutt'ora resta un grande amicizia e rispetto. 

Il primo contest che ho fatto con Luca e Stefano era a Messina, partecipammo come gli Oramamino , in giuria ci stava Kora uno dei bboy piu’ forti in Italia. Affrontammo i Republic Square in semifinale, e i vincemmo contro i Savage in finale. Fu una bella esperienza, io naturalmente ero scarsino, ma Luca e Stefano sapevano il fatto loro. 

flavaschool banner.jpeg

I primi contest che ho fatto in assoluto, soprattutto 2vs2, li ho fatti con Niccolò e con Antonio molti dei quali organizzati tra Catanzaro, Reggio e Cosenza, e poi in seguito a Roma dove, nel 2002, si trovava molta più gente che ballava e molti più eventi da fare. 

Nel 2002 infatti finito il liceo, mi sono trasferito a Roma, la capitale, e lì ci furono due periodi veramente importanti, il primo fu quando formai insieme a Luca Primizio , Fabietto Telespalla , Alessando Get Funky , Niccolo Blinky, Alessandro Apache ed Antony P , la Caput Mundi. Facevamo street shows almeno tre giorni a settimana tra via del Corso e piazza Navona e gli altri tre ci allenavamo tra piazza Augusto Imperatore ed il foro Italico. Quante e quante ne abbiamo passate tra le strade del centro con tutti loro e con Angelino Sinan , Luigi , Billy ed altri. 

In questo periodo, a Crotone, anche se io, Niccolò, e Pupa eravamo ormai stabili a Roma, iniziavano a ballare mio fratello Daniele 'Denny'(attualmente fa parte dei BANANA ROCKERS) e mio cucino Ugo e insieme a degli amici e formarono la 'ADVANCE CREW'. 

Il secondo periodo iniziò intorno al 2009 più o meno. Arrivarono a Roma Kacio , Warlus e Rohan che vinsero in tre , veramente con grande determinazione , il BATTLE OF THE YEAR Italia. Quando proposero a me, Niccolò ed a Primizio di entrare a far parte dei De klan e iniziare un percorso insieme fu veramente un piccolo sogno che si avverava. Dico questo perchè , ho iniziato a ballare guardando il Boty in vhs ed il mio sogno era di arrivare a ballare sul palco del boty international e sentire Trix gridare il nostro nome. Dopo circa sei mesi di preparativi nel 2010 arrivavamo al boty internazionale con la coreografia di “SUPER MARIO”. Quando sali su quel palco con circa 15mila bboy che ti guardano vi posso assicurare che l'emozione è tanta. Traguardo raggiunto anche nel 2011 con la coreografia “Crash Test” e nel 2012 con la coreografia ispirata a “Donkey kong”. Quell'anno, il 2012, fu una vera sfida creare questa coreografia perché la famiglia cresceva con l'unione De Klan stabili a Roma e la Knef di Napoli. Tanti sacrifici, tante prove, qualche volta a Napoli tante altre a Roma, ma il risultato di questo impegno portò la crew ad arrivare a vincere il BOTY Italia ed a classificarci quinti al BOTY INTERNATIONAL. Risultato che dava accesso alle sfide finali dove abbiamo affrontato i POKEMON CREW, un gruppo storico francese. 

In questo periodo grazie a questi risultati ho avuto la possibilità di girare l'Europa, e di fare tante esperienze. Fra sfide più importanti a livello internazionale ricordo quella contro i Jinjo crew , contro i Vagabond, Pokemon , contro il Team BBF , Vino Tinto, Soul Maverik e tante altre. 

Dopo tanti anni, circa 20, non riesco ad immaginare la mia vita senza tutto questo. Grazie al breaking ho avuto la possibilità di conoscere molta gente, di condividere, di ballare, di esprimere me stesso e di conoscere gli altri, di vive sempre esperienze nuove, 

Attualmente sono tornato a Crotone, lavoro in un'attività di famiglia e naturalmente nel tempo libero insegno in due palestre, ovviamente breakdance, e mi alleno quando riesco due/tre volte a settimana. 

Sono contento di una cosa, quando ho iniziato, i bboy in Calabria si contavano sulle dita di una mano, adesso perdi il conto, ed il livello è veramente altissimo, indice che negli anni qualcosa è cambiato, la scena è cresciuta. Veramente complimenti a tutti per l’impegno che ci mettete. 

Per il futuro spero che cresca sempre di più la scena Crotonese, come lo è stato nelle altre città Calabresi. Spero di riuscire insieme a Francesco, Niccolò, Daniele, Ugo ed Antonio ad organizzare altre edizioni del FUNK SUMMER BATTLE, evento che ha portato un po' di sano breaking a Crotone. 

Tante e tante cose si potrebbero raccontare, e molte sono le esperienze che ho vissuto insieme molti dopo venti anni di ballo, ma questo è per linee generali quella che è stata la mia esperienza. Peace

flavacampclass.jpeg

 ALLORA SIAMO SEMPRE  " ON LINE "
Lo zio Telespiaggia oggi vi porta in provincia di Reggio Calabria precisamente a TAURIANOVA .
vi racconto dei 2 fratelli che ho avuto il piacere di conoscere pochi anni fa e dalla quale è nato un bellissimo rapporto collaborativo e costruttivo.... vi parlo dei fratelli Greco.
Molti conosceranno il "Tauriadance" che in questo 2019 ha raggiunto la Settima edizione.
Bellissima l'idea di dare un nome che rappresenta la propria origine e che regala quella Originalità e quel senso Culturale - Artistico  ad un evento di danza che poteva usare nomi commerciali per attirare molta più visibilità,ma è proprio questa la bellezza del Tauriadance ,che regala alla Calabria un valore aggiunto.
 TauriaDance Campus 7.0 è un festival interamente dedicato allo studio della Danza in tutti i suoi linguaggi e incentrato sulla crescita artistica di ogni giovane danzatore.
L’evento ospita oltre 20 docenti di fama nazionale ed internazionale offrendo ai giovani talenti provenienti da tutto il mondo la possibilita’ di studiare per circa 10 ore al giorno in classi suddivise per stile, livello ed eta’.Verranno svolte  PERFOMANCE COREOGRAFICHE - AUDIZIONI - CONCERTI – SHOW E SERATE A TEMA saranno gli ulteriori appuntamenti che prenderanno vita nel corso dei 5 Giorni .
Nel 2018 è stato inserito un battle di breaking  " Tauriadance battle  " che ha portato una ulteriore occasione per i giovani bboys e bgirls  Calabresi a due passi da casa.
Detto ciò vi presto Rocco e Ivano Greco!

flavacampclass.jpeg

Di origini prettamente calabresi, ovvero di Taurianova (RC) , Rocco Greco scoprì che cosa fosse la danza all’età di 10 anni, quando  per pura casualità ad una festa in paese vide esibirsi su un palco diversi ballerini di danze latine e fu lì che per la prima volta incuriosito da questa disciplina chiese alla madre se potesse andare a fare la sua prima lezione ad una scuola di danza. Iniziò così da giovane per la prima volta con i latini americani che lo accompagnò per molti anni, e ben presto vinse diverse competizioni e concorsi, ma uno nuovo stile di danza  preda della moda di allora appassionò il nostro danzatore, si trattò della break dance. Abbandonando così il mondo del ballo di coppia,  all’età di 16 anni percorse questo nuovo stile incuriosito dal ballo di alcuni  ragazzi che la praticavano per strada nel suo paese. Grinta e determinazione lo hanno portato ben presto ad iniziare corsi idi insegnamento in diverse scuole di danza , ma nella sua famiglia una nuova passione per il ballo stava per nascere. Rocco proviene da una famiglia di 4 fratelli, tra cui il più piccolo Ivano,  vedendo le straordinari acrobazie del  fratello non riuscì a fare a meno nel seguirlo in questo stupendo percorso di breaking. Ivano intrapese la strada del fratello già da piccolo verso i 12 anni, ma solo dopo all’ età di 16 anni cominciò a studiare veramente questo stile, e nel frattempo il fratello trasferitosi a Catanzaro si diplomò al Liceo Coreutico e cambiò totalmente disciplina. Tutt’oggi  Rocco è un grande organizzatore di eventi  e contribuisce alla riuscita dei seguenti eventi:
- Roma Dance All Star
-Roma Dance Competition
-Corso Professionale Danzatori TD
-Italy Dance Competition
-Intensive Dance Workshop

 

flavaschool banner.jpeg

 Ritorna l'evento di fine anno tutto calabrese diventato ormai appuntamento fisso. L'Urban Supremacy è un evento organizzato dal maestro Jhonny Stellato da anni in quel di Cosenza, con all'interno Battle, Workshop, Concorso coreografico e molto altro; a voi il programma:


QUANDO:: 30NOV/1DIC 2019

DOVE:: RENDE (CS) tutto in un'unica struttura: Hotel Europa.

www.urbansupremacy.it

Download programma e moduli:
https://www.dropbox.com/sh/jifksgkm49fxmzz/AADTs3K7x8kgp3cTZSpgTc1xa?dl=0

HIPHOP AREA:
WORKSHOP - BATTLE - CHOREOGRAPHIC CONTEST - PARTY

AREA DANZA:
WORKSHOP - RASSEGNA COREOGRAFICA - CONTEST D'IMPROVVISAZIONE - PARTY

HOST:
PaOlo Dulk

DJ:
Dj Ake Official
Alex D'Alonzo

DJ Franny
Francesco Carbone US Crew

JUDGES/TEACHER:

Breaking:
Roman Froz Gorskiy
Roman Froz

Francesco De Luca Dreush
Maestro Telemare

HipHop:
Sponky Love Jean Didier Mamona
Sponky Style Academy Jean Didier Mamona

flavaschool banner.jpeg

House / Afro House:

Sonny Sampson Olumati
Sonny Olumati

Waacking / StreetJazz:
Emanuela Dellisanti

Contemporary:
Dario Lupinacci
Dario Lupinacci

Contemporary:
Silvia Marti
Silvia Marti

Modern:
Melissa Ramirez

Popping:
Massimiliano Sabato

WORKSHOP:
Sabato 30Nov + Domenica 1Dic
HIPHOP - DANZA / HIPHOP+DANZA

BATTLE
Sabato 30Nov
HIPHOP 1VS1 - BREAKING 1VS1
HOUSE 1VS1 - MIXSTYLE 3VS3
CONTEMPORARY CONTEST 1VS1

CONTEST CONTEMPORARY
Domenica 1Dic

CHOREOGRAPHIC CONTEST HIPHOP
Domenica 1Dic
HIPHOP (mixstyle) - BREAKING
SUPREME TEAM (mix style con montepremi)

RASSEGNA COREOGRAFICA DANZA
Domenica 1Dic
CONTEMPORARY - MODERN - STREETJAZZ

==================================

BATTLE // CONTEST

Le battle si svolgeranno sabato 30 Novembre.
Giuria Battle:
Breaking: ROMAN FROZ
HipHop: SPONKY LOVE
House: SONNY OLUMATI
MixStyle: ROMAN FROZ - SPONKY LOVE - SONNY OLUMATI
DJ: AKE - FRANNY
HOST: DULK

Il Contest di Contemporaneo sarà Domenica1 Dicembre
Giuria Contest: DARIO LUPINACCI
(prima della rassegna di Danza)

Tutto l’evento si svolgerà all’interno dell’Hotel EUROPA di Rende.

Le iscrizioni verranno effettuate sul posto.

Stile:
HipHop 1VS1 - Breaking 1VS1 - House 1VS1
Supreme Team (mixstyle) 3VS3 - Contemporary 1VS1

Fasce di età:
Hip Hop: BABY(fino a 9) - KIDS(10/12) - YOUNG(13/16) - OPEN
Breaking: BABY(fino a 9) - KIDS(10/12) - YOUNG(13/16) - OPEN
House: OPEN
Supreme Team (MixStyle): OPEN
Contemporary: KIDS(fino a12) - ADULT(13 IN SU)
NB l’età viene calcolata solo dall’anno di nascita (non dal mese).

Programma BATTLE Sabato:
14:00/14:30 Registrazione - 15:00 Inizio Battle
HipHop Baby - HipHop Kids - Breaking Baby - Breaking Kids
16:00/16:30 Registrazione - 17:00 Inizio Battle
HipHop Young - Breaking Young
17:00/17:30 Registrazione - 18:00 Inizio Battle
HipHop Open - Breaking Open - House Open - Supreme Team (MixStyle) Open

Programma CONTEST IMPROVVISAZIONE Domenica:
17:00/17:30 Registrazione - 17:30 Inizio Contest
Contemporary: Kids - Adult

Premi:
Money Prize - Trofeo USC19 - Borse di Studio - Gadget

============================================

CHOREOGRAPHIC CONTEST

Il contest coreografico HipHop si svolgerà domenica 1 dic. dalle 15:00 in poi.
Il ritiro numeri è previsto per le 14:00.

Durante il contest verranno assegnate Borse di Studio.
Tutto l’evento si svolgerà all’interno dell’Hotel EUROPA di Rende.

Stile:
HipHop (mixstyle) - Breaking
Supreme Team (mixstyle con montepremi e categoria unica d’età)
Tipologie di competizione:
Hip-Hop & Breaking: Assolo / Coppia / Crew.| Supreme Team: Crew.

Fasce di età:
1. HIP-HOP CREW: Under7 | Under10 | Under14 | Under18 | Over16
2. HIP-HOP ASSOLO  & COPPIA: Under10 | Under14 | Over15
3. BREAKING CREW, ASSOLO & COPPIA: Under10 | Under14 | Over15
5. SUPREME TEAM: Open (Categoria Unica)
Attenzione, in ogni crew è ammesso un fuori quota ogni 5 atleti.

Premi:
Money Prize - Trofeo USC19 - Borse di Studio - Gadget
Borse Di Studio:
- Urban Supremacy (Contest & Corso di Formazione HipHop) - Reunion Studio - - Formazione Sponky Style - Bandits Dance Studio - Bandits Dance Studio Acireale -
- Ammissibile al Progetto Internazionale per Danzatori Daf -
- Shadow in the Circle - Street Kings - Kill the Beat -
- Dream Academy - Eolie Dance Festival - Blackout in Danza - Love & Dance -
a breve saranno comunicate anche le altre borse di studio

Si prega di compilare e inviare il modulo d’iscrizione e di accettazione
via mail o whatsapp entro e non oltre il 22novembre2019.

La durata massima del brano è di:
4:00 minuti per le crew e 2:30 per Assolo e Coppia.
Oltre tale durata il DJ sfumerà automaticamente il brano.
Il brano musicale dovrà essere inviato via mail all'indirizzo
info@urbansupremacy.it entro il 22 novembre.

===========================================

RASSEGNA COREOGRAFICA

La rassegna coreografica si svolgerà domenica 1 dic. dalle 18:30 in poi.
Non sono previste prove palco.
La rassegna si svolgerà dopo il contest d’improvvisazione di contemporaneo.
Durante la rassegna verranno assegnate borse di studio.
Tutto l’evento si svolgerà all’interno dell’Hotel EUROPA di Rende.
Stile:
Modern - Contemporary - StreetJazz

Tipologie di esibizione
Assolo / Passo a Due/ Gruppo

Fasce di età:
1. Gruppo: Under7 | Under10 | Under14 | Under18 | Over16
2. ASSOLO & PASSO A DUE: Under10 | Under14 | Over15

Si prega di compilare e inviare il modulo d’iscrizione e di accettazione
via mail o whatsapp entro e non oltre il 22novembre2019.

Borse Di Studio:
- Urban Supremacy (Contest & Corso di Formazione HipHop) - Reunion Studio - - Formazione Sponky Style - Bandits Dance Studio - Bandits Dance Studio Acireale -
- Ammissibile al Progetto Internazionale per Danzatori Daf -
- Shadow in the Circle - Street Kings - Kill the Beat -
- Dream Academy - Eolie Dance Festival - Blackout in Danza - Love & Dance -
a breve saranno comunicate anche le altre borse di studio

La durata massima del brano è di:
4:00 minuti per le crew e 2:30 per Assolo e Coppia.
Oltre tale durata il DJ sfumerà automaticamente il brano.
Il brano musicale dovrà essere inviato via mail
all'indirizzo info@urbansupremacy.it entro il 22 novembre.

flavacampclass.jpeg

 

Hola a todos!!!

Hoy en nuestro articulo hablaremos de nuestra nueva colaboración española, exactamente en Barcelona y explicar por qué hemos querido hacer escala en una de las naciones más rica de bailarines prometedores.

Son años que conocemos Anna Yang, desde sus primeros pases en el mundo de la arte urbana, llegando a ser uno de los referentes de la cultura, sobre todo por el House Dance y sobretodo como una de las primeras mujeres Freestylers, en Apulia, su región de nacimiento en el sur de Italia, abriendo el pase a las nuevas generaciones de bailarinas que hoy por fin consiguen también en la creación de eventos como el Boogiedown, creado por mano de Daniela Stea y Claudia Zonno que continúan en el apoyo de las mujeres de la Urban Culture de la misma región.

Hemos tenido el placer de tenerla en una de nuestras formaciones en el 2014/2015 y desde aquel momento la familia ha ido expandiéndose también gracias a sus alumnas que han continuado las colaboraciones con nosotros, como Miriam Marchianó, su asistente, que actualmente continua su formación en Milán y vuelve frecuentemente al sur para continuar a formar sus alumnos.

Después del traslado en España, no hemos perdidos los contactos con Anna, siguiendo todo su recorrido llegando a ser hoy la referente de la Ballroom Scene y del Voguing en Barcelona.

flavacampclass.jpeg

<<No me sentía a la altura de poder organizar algo así grande, por esto he siempre tenido miedo de empezar la gestión del Flava School>> nos revela Anna, << Es muy difícil llegar en otras ciudades y crear algo, no siempre tienes el apoyo de todos, pero ahora siento que la comunidad me apoya cada vez más y esto me da la fuerza para poder organizar algo para las nuevas generaciones y también dar la posibilidad a mis colegas como Izaskun Ortega y Nury Beltrán, otras reinas de la urban culture de españa, de colaborar con Flava en otras ciudades!>> .

Nuestra motivación de crecer a nivel internacional se ha juntado a la gana de dar espacio a muchos bailarines que quieren formarse en más estilos y que no tienen la posibilidad, por el tiempo o por el dinero, y ojalá poder entrar en nuestro equipo para continuar a expandir nuestro concepto en otras ciudades y realidades.

Muchas veces hay separación entre el bailarín coreográfico y el freestyler y lo que queremos hacer es juntar las dos cosas para que el bailarín pueda tener más posibilidades de hacer de su pasión un trabajo. Hoy más que antes la búsqueda de bailarines para Tv, giras, teatro, crece siempre más, así que tener una formación global, también a nivel de conocimiento de más estilos, puede dar más posibilidades para ser elegido en los castings y entrar en el mundo profesional.

Así que podemos confirmar la colaboración, las inscripciones son ya abiertas, tenéis que poneros en contacto con flavadanceespana@gmail.comdonde podremos enviaros el formulario de inscripción y conocer el calendario de las clases.

Hemos ya puesto en nuestras redes sociales los Presenters que ayudarán las jóvenes promesas de la Urban Dance en una completa formación de 32 Horas divididas en 7 Fechas. Tendremos el placer de tener en Barcelona: Little Phil, Mary J, Mamson, Bagsy, Ivo Sart, Simon Whooper, Cyutz, y la misma Anna Yang, que además de ser la Tutora nos enseñará algo sobre cultura Vogue. 

Finalmente no podemos estar más que felices de esta nueva colaboración y os invitamos a escribirnos para empezar el 2020 con la música en el oído.

Buen Año Academico a todos!!!

Dance More Feel Better!!!!

flavaschool banner.jpeg

A casi 10 años del nacimiento de Flava Dance las actividades desarrolladas son diferentes, a partir del primer proyecto la Flava Hip Hop School, que a lo largo de los años ha visto fluir en sus salas a centenares de jóvenes, muchos de los cuales hoy se han convertido en grandes profesionales, al más reciente Flava Dance Contest, un concurso en el que un equipo de baile urbano sube al escenario listo para subir al podio y llevarse a casa innumerables premios. De esto hemos llegado hoy a muchas ediciones algunas de las cuales han visto participar en ellas algo así como dos mil muchachos y varias ediciones realizadas en diferentes ciudades italianas pero también europeas. El último proyecto entre los historiadores y los más importantes quizás para el que Flava es tan conocida hoy, el Flava Camp. Este ultimo es un intensive camp de tres días en un Resort 5 estrellas del sur de Italia, que cuenta con la participación de unos cinco mil chicos, y en los años las clases de profesor del calibre de: Lyle Beniga, Mamson, Duc Anh Tran, Link, Popine Pete, Yeya, Christopher Pharsaide, Krystel Merez, Joseph Tsosh, Dylan Mayoral, Ez Twins, Little Phill, Byron, Swan, Monika Yamamoto, Mary J, Queensy, Animal, Cyutz, Anna Yang, Djake, Attila Bohm, Dniel Fekete, Salha, Storm, Kapelà, Frankie j, Uzee Rock, Kacyo, y muchos mas. Llegados aquí desde hace algún tiempo, Flava está empezando a expandir sus actividades en varias naciones de Europa, y hoy con gran placer les anunciamos el desembarco de Flava Dance en China. La presencia se debe a la nueva participación nacida con la FB production de Shanghai, sociedad que desde hace años se ocupa de la promoción y producción de eventos artísticos de varios tipos pero específicamente de eventos de danza. Gracias a esta nueva colaboración, pronto en China, llegarán varios eventos de Flava Dance. Pronto les presentaremos el primero. Good Luck a todos nosotros

We we we we " Giovani " cumu jamu? (salve salve ragazzi come va ?)

Lo zio Telebar oggi vi porta nella meravigliosa Reggio Calabra, dove il lungomare è stato ,per molti anni,palcoscenico dei " BREAKERS" di un tempo. Negli inizi degli anni 2000 chi ballava breaking veniva chiamato breaker,in Calabria addirittura erano " chiddi chi ballanu u rap "!
Vi racconto questo per introdurvi un Bboy che in quel periodo "Volava" con delle power move super clean, e per me è stato un immenso piacere averlo conosciuto ed aver condiviso momenti di allenamento,battle e seratissime.Uno tra i primi a prendere seriamente l'idea di allenarsi e superare i propri limiti,regalando spettacolo e voglia di iniziare a ballare per chi lo guardava !
Ma il suo bellissimo contributo alla scena calabrese ,lo diede quando,organizzò una battle On Line su facebook ....il " Face to Face "(se scrivete su Facebook troverete la pagina e i video), dove 2 bboys si dovevano incontrare e girare un video mentre si sfidavo ,pubblicarlo sul gruppo FB e dei giudici sparsi per l'Italia dovevano votare nei commenti dando una motivazione. Io mi trovavo a Milano in quel periodo e facevo parte della giuria,non vedevo l'ora di rientrare dal lavoro ,accendere il pc e guardare le sfide. Questo ha permesso di conoscerci meglio tra noi calabresi e di dare visibilità a tutti i partecipanti,dando stimoli ed entusiasmo per chi magari non si era messo in gioco. Cosa vincevi? Niente....magari il rispetto.
                                                         Detto ciò vi presento Bboy Felix


Felix Mandraffino. Nato a messina, ma italo-tedesco. Vissuto e ballato sempre tra Reggio Calabria e Messina. Ho iniziato al liceo nel '98. Con Piero Caruso, Bruno Condemi ed altri ragazzi. Zero YouTube, rarissimi video...ordinavamo le videocassette dei battle e dei freestyle session dall'estero (e consumavamo i nastri a forza di riguardarle) Le crew sono state in ordine temporale:

Moe kusa

Walk on water

Natural born breakers

Extreme style

Marittima funk
Tanti nomi, ma spesso erano semplicente una l'evoluzione dell'altra...magari con l'aggiunta o la perdita di qualcuno. L' esperienze rilevanti non sono le battle o le vittorie in se stesse. Sono le persone, i viaggi e gli amici che il bboying mi ha dato. Parlo di tutta la scena reggina, tutta la marittima funk e tanto altro. Sono loro che mi hanno sempre dato le ispirazioni più grandi e la vera motivazione. Parlo di Bitto, Frank, Alexz, ma anche Joe, Valerio il rosso o bboy Enea da torino. A quest'ultimo devo tantissimo per quanto riguarda le mie powermove. Insomma il breaking é fatto di persone, non solo ballerini più o meno bravi, ma gente che condivide una passione e trascorre dei bei momenti insieme.Tutti quelli che mi conoscono sanno che oltre tutto ciò il breaking mi ha dato un lavoro. É una cosa assurda poter vivere trasmettendo la propria passione. Sono stato il primo a Reggio (ma credo in Calabria) a portare la nostra cultura nelle scuole di danza. Delle volte sono stati necessari dei compromessi, ma é anche così che si cresce. Non è questo il senso della vita? I miei progetti futuri sono più che altro presenti. É tutto già in atto. Cambio terra, cambio lingua e cambio lavoro. Il breaking, da impegno lavorativo, torna ad essere solo la grande passione..la valvola di sfogo. E non solo questo. Il breaking di Marsiglia mi ha accolto calorosamente e fatto trovare subito degli amici. Anche qui le persone fanno la cultura...big up a bboy Nat che spinge la scena del posto nel migliore dei modi. Per quanto riguarda la scena attuale...non mi fa impazzire. Per forza di cose il Mainstream ha sfalsato tante cose (ma é la normalità in ogni cultura che cresce). La Calabria però fa eccezione.... francamente ho grande stima e rispetto per quello che stanno costruendo i Dreush.
Una realtà rara che merita veramente l'appellativo "hiphop".
Avrei voluto e dovuto citare altre mille persone come Luca da Cosenza e Stefano da Castrovillari o i ragazzi di Crotone... perché é importante, perché è segno di rispetto e di stima. Purtroppo in oltre 20 anni di breaking sono talmente tante che non basterebbe una pagina intera...spero nessuno me ne voglia, ma se abbiamo condiviso dei momenti insieme... sappiate che siete tra quelle.

E' partito alla grande tutto l'escursus per raggiungere la finale mondiale della Red Bul BC ONE di cui la maggior parte sono entrati in maniera diretta alla finale selezionati dagli esperti red bull gli altri finalisti provenienti da tutto il mondo hanno partecipato alla Last Chance di Red Bull dove durante una battle si sono sfidati i finalisti mondiali per accedere alla finale vera, per coprire l'ultimi due posti rimasti vuoti. Tra le categoria quest'anno presente anche la BGIRL battle e al solito la BBoy Battle, per le ragazze c'è stato l'accesso diretto alla finale vista la ridotta presenza femminile, mentre per i Bboy c'è stato il Last Change.

flavaschool banner.jpeg

Gli Italiani arrivati a Mumbai sono "PESTO" per la categoria BBoy e "ALESSANDRINA" per la categoria Bgirl. Pesto ha passato la prima selezione e dopo ha perso la seconda contro Nori,il quale quest'ultimo è ufficialmente entrato nella top 16 dei mondiali, mentre per Alessandrina attendiamo la finalissima di questo week and.

flavacampclass.jpeg

E siamo proprio on line!
Lo zio Telemare oggi vi porta nella zona della Locride per presentarvi una crew che ha dato il suo contributo alla scena calabrese, organizzando eventi e partecipando in prima linea a tutti i contest organizzati fin'ora .Sono dei ragazzi fantastici , che si contraddistinguono per la loro Educazione e per il loro cuore immenso, sempre con l'abbraccio caloroso e con la voglia di ballare.
Volevo anche aggiungere che nella Locride ,ancora oggi , vi è una forte valorizzazione della musica locale e delle tradizioni di un tempo,si balla nelle piazze a ritmo di tarantella ,si mangia e si beve in compagnia.
Vi presento gli " Style’s Revolution Crew "

ECCO COSA CI RACCONTANO

La crew si forma nel 2004 quando Chen e Kalel, avvicinatisi al Breaking da pochissimo, sentirono parlare di un ragazzo della zona, nato in America e molto bravo a ballare la “Breakdance”, e decisero di conoscerlo. Si trattava di bboy Joker. Da questo incontro iniziarono i primi allenamenti in strada, precisamente nella Piazza Vittorio Veneto di Siderno. Dopo qualche mesetto si era formato un gruppo di amici che si allenava costantemente e con grande passione. Eravamo una crew! La formazione iniziale era composta da: Chen, Kalel, Joker, King, Eddy, Black Shark e Link.

Col passare degli anni alcuni membri della crew iniziarono a tenere dei corsi di Breaking nella Locride e fu grazie a questi che la crew si allargò e vide anche la prima presenza femminile con bgirl Mock. Successivamente si unirono Fenix e Save Rock ed in un secondo momento i due fratelli Shok e Duracell e bboy Monster.

Non possiamo non menzionare però due nostri grande supporter: Dario (il nostro manager) e Mike (fratello di Shok e Duracell). È da citare inoltre un membro “onorario” della crew: bboy Snod (Red Mi Line – Rozzano).

Grazie al Breaking la nostra vita ha subito un cambiamento positivo! Abbiamo avuto modo di fare tantissime amicizie e di condividere magnifiche esperienze non solo in Italia ma anche all’estero, tra le principali l’IBE in Olanda e l’Outbreak in Slovacchia.

Crediamo che la scena calabrese sia cresciuta molto negli ultimi anni. Questo è merito di alcuni bboys che hanno davvero messo l’anima per organizzare eventi e creare situazioni positive, alcune delle quali inimmaginabili fino a diversi anni fa. A loro va un grande ringraziamento!

Progetti futuri?! Ci piacerebbe poterci allenare tutti insieme come un tempo ma questo non è più possibile in quanto nell’ultimo periodo alcuni nostri membri si sono trasferiti all’estero: bboy Joker negli USA, bboy Shok in Scozia e bboy Duracell in Germania.

Cerchiamo quindi di far conoscere la nostra crew anche oltre i confini nazionali: da evidenziare il nostro bboy Shok che ci rappresenta in Scozia e si sta facendo notare nella scena di Edimburgo.

Uno speciale ringraziamento a Telemare per averci coinvolto in questo progetto.

Un saluto a tutti i bboys e le bgirls

Membri attuali:

  • Chen (Silvano Tavernese)
  • Duracell (Emanuele Bruzzese)
  • Fenix (Mattia Piscioneri)
  • Joker (Vincenzo Tropea)
  • Kalel (Carlo Agostino)
  • Monster (Christian Lombardo)
  • Save Rock (Salvatore Galluzzo)
  • Shok (Gabriele Bruzzese)

 Parliamo oggi di un fenomeno molto particolare che riguarda il mondo della danza, l’avvento di YouTube e dei Social Network e quanto questi hanno cambiato  in particolar modo la figura del ballerino. Fino a qualche decennio fà era difficile che qualcuno diventasse famoso solo singolarmente per il fatto di essere un ballerino, in quanto i ballerini,diventavano famosi o conosciuto popolarmente svolgendo delle attività lavorative importanti nel loro campo. Solitamente i ballerini lavoravano solo esclusivamente per cantanti molto famosi, si diventava un ballerino famoso perché si era affianco ad un cantante famoso, un caso esempio in Italia è il direttore artistico ma inizialmente ballerino, Luca Tommasini il quale divenne famoso per essere uno dei ballerini personali della famigerata cantante Madonna. Ovviamente sono sempre stati tanti i ballerini divenuti importanti lavorando per cantanti famosi, ma allo stesso tempo si poteva diventare un ballerino molto famoso anche partecipando a un programma televisivo dedicato al ballo. Oggi per fortuna è cambiato grazie all’avvento dei social network,  sopprattutto di YouTube. Con l’arrivo di YouTube tanti ballerini hanno iniziato a preparare coreografie e a farsi vedere autonomamente tramite il famoso canale social dedicato al mondo dei video. Inizialmente molti li preparavano per divertimento, ma a lungo andare molti di questi ballerini sono diventati famosi autonomamente solo grazie esclusivamente ai social network e come già detto grazie a YouTube. Ecco che oggi abbiamo famosi ballerini internazionali tra cui Lyle Beniga, Bam Martin, Brian Puspop e molti altri che pur non essendo mai stati i ballerini di quel cantante o di quel programma televisivo sono diventati autonomamente popolari solo esclusivamente grazie alla pubblicazione dei loro video sui propri canali social. Inizialmente tutto è partito con YouTube il quale è stato il primo vero mezzo di trasmissione video tramite Internet,ma da qualche anno viene utilizzato anche un altro Social importante dove tanti ballerini pubblicano dei loro video; Instangram. Ovviamente il canale You tube rispetto a qualche anno fa viene utilizzato molto di meno o solo esclusivamente per pubblicare video di durata abbastanza lunga. Questo è stata una grandissima evoluzione nel mondo della danza perché i ballerini non sono più costretti a dipendere da qualcuno come nei vecchi esempi ,diventando famosi solo esclusivamente essendo ballerini di quel cantante o di quel programma televisivo, ma avendo un seguito solo esclusivamente personale che non viene collegato a niente o nessun altro. Uno dei casi esempio è quello appunto di Lyle Beniga il quale è stato chiamato a ballare nel tour del famoso cantante Justin Timberlake senza fare alcun provino, solo perché la produzione cercava un ballerino famoso per trascinare i suoi fans dietro al cantante. Sicuramente i social hanno un po’ rovinato l' aspetto dedicato alla formazione dei ballerini, questo perché tanti ragazzi ad oggi si mettono a casa e studiano le coreografie guardando quelle dei ballerini su YouTube. Ovviamente questa non è una cosa valida in quanto per eseguire una coreografia bisogna acquisire una tecnica, e quest’ultima non si può acquisire solo esclusivamente guardando un video su YouTube. Per concludere YouTube senza dubbio ha portato qualcosa di negativo nel mondo della danza ma ha avuto un'evoluzione positiva per quanto riguarda le piccole negatività per i ballerini di avere una propria indipendenza. 
 

Siamo proprio " ON LINE "
Ben tornati raggazzi,qui che vi scrive è il "Telemario " il "Telebar" il "Talebano " il Telespiaggia",insomma tutte delle varianti raccolte nelle infinte esperienze legate al Breaking.
Rimanendo nella scena Piccante Calabra troviamo una crew molto vicina ai Compà Dreush che li possiamo definire veramente ON LINE.
Sono i BREAK AROUND CREW. Attivissimi sul Catanzarese e sempre disponibili per allenamenti e incontri, con la valigia o lo zainetto in spalla sempre in giro per l'italia e l'estero. Bboy Sart, Bgirl Solid e Mini V.
Oggi in particolare parleremo della Bgirl , una ragazza dolcissima ma che tira gli schiaffi nel momento giusto,una meravigliosa rappresentanza Calabra che nonostante i disagi di questa terra ,non si da per vinta e continua a realizzare sogni ed obiettivi.
Ecco cosa ci racconta!

Giovanna Fontana in arte Solid nasce a Catanzaro . Inizia a ballare nel 2013 grazie ad alcuni bboys locali che le insegnano le prime basi. Nel 2015 scopre il mondo delle competizioni che la spingono ad allenarsi costantemente. Dopo varie gare nazionali,  Nel 2017 inizia a partecipare anche all’estero raggiungendo risultati come : top 16 ai giochi olimpici giovanili in Germania.1 posto all’international street festival il Slovenia, top8 all’uk bboy Championship a Londra, top4 al The World Battle in Portogallo, top16 al breakmission a Birmingham, 1 posto alla Finale del feeldabounce  in Sardegna, 2 posto al The Liberty Soul a Milano . <L' Hip hop ha cambiato totalmente la mia vita: mi ha allontana dalle persone sbagliate, mi ha insegnato a portare rispetto a chiunque, ad adattarmi, a viaggiare, mi ha insegnato il valore dell amicizia e della condivisione .
Io ogni giorno mi sveglio positiva perchè so che ogni giornata mi darà qualcosa che mi aiuterà a raggiungere i miei sogni e i miei obbiettivi.
obbiettivi:
1) Il mio obbiettivo è quello di entrare nella bcone italiana . Ce la sto mettendo tutta per arrivarci anche perchè  il livello italiano sta salendo quindi sta diventando sempre più difficile però ci credo e spero di essere li nel 2020.
2) far crescere la scena nella mia città: proprio per questo io, la mia crew e il mio team  cerchiamo di organizzare eventi come il Follow da beat ( nel 2020 ci sarà la quinta edizione dentro il parco commerciale " le fontane"), il follow da qualify , spettacoli etc. Speriamo di essere la generazione che farà rinascere la scena hip hop di Catanzaro.

Sono felice di far parte della scena Calabrese e di poter contribuire alla sua crescita . Fino a pochi anni fa c 'erano davvero pochissimi eventi all' anno in Calabria , ma nonostante le difficoltà , gli eventi stanno aumentando , la scena è molto più supportata e rispettata rispetto a qualche anno fa e permette alle nuove generazioni di avere stimoli in continuazione. È una scena che sicuramente non ha fini di lucro, per questo gli eventi sono sani e genuini . Si fa quel che si può mettendoci il cuore>